Allegorie

Come se quelli di Progetto Siracusa fossero entrati al Vermexio!!!

La trama del film

Francamente, l’aspetto che lascia più sconcertati è la sensazione di impunità e ingiustizia, quella di “ognuno può fare quello che vuole”, perché si ha come l’impressione che le istituzioni arranchino. Spero di sbagliarmi, ma l’altra sera, mentre le saracinesche dei negozi cominciavano a chiudere e io stavo tornando a casa, ho visto due picciuttazzi che uscivano da uno di questi negozi, non sembravano dei semplici malacarni, erano più spavaldi del solito, sono saliti su uno scooter e senza casco sono partiti a velocità folle, hanno quasi travolto una signora con un bambino in braccio che stava attraversando sulle strisce pedonali, per poi imboccare contromano una stradina secondaria nel disinteresse generale, anche il mio, che ho immediatamente pensato ad una estorsione mentre osservavo la scena come se fossi al cinema.

L’ordigno fatto esplodere davanti al bar Viola in Corso Matteotti, in zona rossa e in pieno coprifuoco si aggancia perfettamente alla trama di quel film. Malacarni con macchinoni fiammanti; piazze di spaccio debellate un giorno e attive l’indomani, fuochi d’artificio a festeggiare scarcerazioni, partite di stupefacenti, alleanze e vittorie sui rivali. Ci siamo indignati quando il Sole 24 Ore ci ha piazzato al terzultimo posto della qualità della vita, perché noi abbiamo il mare, il Teatro greco e la granita di mandorla, ma quei dati invece, raccontavano molto bene anche tutto questo.

Inaugurazioni

– Viremu chi panini fanu ni stu Mec Donad?

– E c’anaffari… i stissi i l’autru Mec Donad.

– Macari ni chistu a Pizzuta?

– Cetto, ti pare ca fanu u Mec cavaddu e sbizzero!

– Va Be, pruvamulu u stissu… ci iemu che picciriddi, ni facemu na passiata…

– Ma viri ca oggi è russu, c’è u coprifuoco!

– Veloce veloce, ni pigghiamu d’asborto!

Foto di utente Facebook

Live Streaming

Concerto di Capodanno, tutto pronto al Teatro Comunale di Siracusa per il grande evento in streaming! “Le norme anti assembramento non scalfiranno le nostre tradizioni artistiche”. Con queste parole il Sindaco Italia ha presentato ai cittadini il programma della matinée. A dirigere l’Arenella Philharmonic Orchestra, il Maestro Spampinato, polistrumentista e vocalist reduce nel 2019, da un fortunatissimo tour nelle pizzerie dei paesi degli Iblei. Spampinato si è detto onorato di poter condurre un ensemble di tale comprovato livello artistico. Fiore all’occhiello dell’evento, la partecipazione del giovane Ancelo, il ragazzo prodigio di viale Tunisi capace di coprire 8 ottave con la voce e di scandire “avanti insieme” coi rutti. Ancelo interpreterà alcune arie del repertorio classico e per il gran finale delizierà gli intervenuti con un omaggio a Johann Strauss dal titolo”La Marcia di Rametta”.

2021

A tutti i folli, i solitari, i pitarri, gli spittuni e la gente per bene. Quelli che sono in corsia a salvare le vite; quelli che sono guariti e quelli che non ce l’hanno fatta; quelli che la mascherina sempre sotto il mento e quelli che non se la tolgono mai; quelli che restiamo umani; quelli che di umano hanno ben poco; quelli che parcheggiano in doppia fila e quelli che le piste ciclabili poi non passa l’ambulanza, quelli che dovrebbero controllare ma non lo fanno; quelli che non raccolgono la cacca del cane e quelli che la pestano; quelli che telefonano ai Vigili Urbani come se questi poi intervenissero; quelli che si svegliano presto; quelli che annaffiano le piante nei vicoli  di Ortigia o sui balconi di Neapolis; quelli che differenziata non ne faccio perchè poi buttano tutto assieme; quelli che non pagano la Tari; quelli che lavorano coi bambini dei quartieri a rischio; quelli che tornavano a casa tardi e ora c’è il coprifuoco alle ventidue; quelli che solo caipirinha alla fragola; quelli che corso Gelone è come gli Champs-Élysées; quelli che la pizza non è bruciata, noi la facciamo così; quelli del fritto misto solo coi calamari; quelli che il Corvo glicine caldo a ventidue euro; quelli che cercano sempre di propinarti il cerniotto di venti chili da fare alla matalotta; quelli del Cenone di Capodanno menù sorpresa e take away; quelli col pos sempre rotto; quelli che passeggiano quando tira il vento e il lungomare è deserto; quelli che si fregano la tassa di soggiorno; quelli che sparano i fuochi d’artificio ogni notte; quelli che viva Santa Lucia prima Dio e dopo Idda; quelli dei biglietti gratis al Teatro Greco e quelli che pagano sempre; quelli che la zona industriale è la Sincat; quelli che hanno le macchine con l’adesivo Camel Trophy Borneo ‘85; quelli che la tua invidia è la mia fortuna; quelli che solo destagionalizzando e poi non sanno che diavolo vuol dire; quelli che guardano le onde; quelli che aspettano le barche che entrano in porto; quelli che accolgono gli ultimi; quelli che e io pago e poi non pagano mai niente, quelli che dicono ambo quando esce il primo numero; quelli che hanno sprecato tutte le occasioni; quelli che hanno paura del tempo che passa; quelli che cercano un cestino; quelli che trovano l’amore; quelli che si ricordano tutto e quelli che fotografano le discariche; quelli che cantano sottovoce; quelli che non sanno perdere; quelli che non sanno vincere; quelli che sono l’opposto di quello che postano; quelli dell’offerta culturale a spese degli artisti; quelli che si credono artisti; quelli che si indignano; quelli che se ne fottono; quelli che si vaccinano e quelli che non si fidano; quelli che scrivono le lettere e quando finisci di leggerle hai gli occhi pieni di lacrime; quelli che sono nati ieri e quelli che sono rimasti bambini; quelli che Siracusa è troppo bella; quelli che si sentono fregati; quelli che sono rimasti soli; quelli che scappano via e quelli che rimangono qui.

Buon Anno da Archimete Pitacorico.

Virocolo ce lo dici a ta soru – Il glossario dei commenti social alle prime dosi di vaccino

– Mischini non lo sanno che si muore col vaccino non glielanno detto.

– In Francia li anno presi e azziccati nel culo del governi in germana tutti buttati nei cesso informatevi prima di sparate minchiate.

– Ma perche inietano il virus se il vaccino avrebbe ammazzarlo alla malatia delinguenti.

– Se non ti vaccini vi levano u travagghiu e tutti i soddi.

– Saremo tutti motti viventi.

– Nei boccetta ce sulu aqcua e zucchero e una fassa.

– Si stanno facendo i soldi a mio suocero ci anno chiesto 500 euri a vaccino e sono due ansiani e senza penzione doro.

– Motto presto troppo strano se lo facciano chi nn interessa ha vivere.

– U stano testanto sopra i cristiani e poi quando crepano se lo fano i politici schifo.

– I vaccino de tumore non l’anno fatto mai e perche e solo pisnes.

– Se non mi fanno vedere gli affetti che fa io non mi fazzu tuccari i nuddu.

– Chi vivrà vetrà.

– Nel vaccino ci sono elementi di feti di pampini che incitono sul DNA dei malati.

– Caso mai incidono sul RNA è questo è molto più preoccupante l’ha detto anche Piero Ancela.

– Ci anno sduacato tutte cose metallo autisti radiazioni si trova di tutto,per questo conviene non farlo,poi è RNA che modifica il DNA e la reazzione c’è dopo anni e anni quando non li puoi più denunciare più.

– Questo vaccino satanico non è affidabile affidiamoci al signore lui non sbaglia mai gli scienziati si.

– Ci sono persone che non sano di essere allergichi e capace che ci fanno il vaccino e sela quagliano.

– Ma perche mi dovessi fare un vaccino che non mi rente immune della malattia e spatte lo posso infettare agli altri?

– U dutturi mi fa ora lei si a fare u vaccino e io ciò detto ma perche lei se la fatto dice no ah pezzo i cunnutu.

– Tutti i vaccini normali ca pillola e chistu ca sirinca perchè? incrascati non mi fito.

– Io non me lo faccio manco se viene conte e me l’annaca.

– Aprite gli okki e una finta pantemia di morti normali di vecchiaia e senza utopsia a cuale covid. 

– Virocolo ce lo dici a ta soru.

– Questi dei vaccini su come chiddi ca ti ceccano i voti, promesse e soldi, e poi manco ti salutano.

– Ma no deplian ci anno messo tutti gli affetti collaterali ma vero tutti o solo quelli scassi.

– Il sintaco se la gia fatto astura.

– Con le vaccinazione incomincia il sistema dittatoriale cinese che tenta di invadere il mondo sotto la loro influenza riducendo l’essere umano in un prodotto biologico.

– A questo 2020 mancava solo la campagna pro-vax, dopo quella pro-clandestini, e pro-omosex.

Telethorp

Tutto pronto per la tredicesima edizione di Telethorp, la grande manifestazione di solidarietà natalizia organizzata dall’associazione MDP (Macchina – Dio – Patria) per raccogliere i fondi necessari all’abbattimento di Villa Reimann e la sua riconversione in parcheggio multilevel.

L’auto è per noi luogo dell’identità come e più della famiglia – ha dichiarato il Presidente di MDP – il 2020 è stato un anno orribile, caratterizzato da nuovi stalli per i parcheggi, da strade più strette e dalle vergognose piste ciclabili che minacciano l’identità dell’automobilista siracusano e il suo diritto di parcheggiare in seconda fila a spina di pesce anche solo per l’acquistare un Gratta e vinci, pane o le sicarette”. “Da qui – conclude il Presidente di MDP –  la necessità di dare un segnale forte a chi vuole annichilire una tradizione millenaria di caos e angherie in favore di altre culture e usanze a noi totalmente estranee”. 

Ad allietare la serata, la dance di Dj TDI; il revival di Dj Revisione Scaduta ed il live dei 4 Motion, la boy band di neopatentati che si esibirà direttamente dall’abitacolo di una odiosa microcar. Al termine della kermesse, brindisi, clacsonata, sgasata collettiva e l’estrazione finale del primo premio lotteria di MDP  che prevede un anno di parcheggio libero sul sagrato del Duomo.