No al ripristino del Consiglio Comunale, sì al presepe vivente

È il tempo della mediazione e del campo largo delle forze progressiste e il Sindaco Italia, messo alle strette, avrebbe deciso di tentare una timida apertura nei confronti di Lealtà e Condivisione. Riunito nella sala del trono insieme ai suoi cortigiani e gran ciambellani, il sindaco avrebbe deciso di concedere agli ex consiglieri comunali una seconda occasione attraverso la messa in scena di un presepe vivente. 

La rappresentazione sacra – che avrebbe la doppia valenza di riavvicinare le forze del centrosinistra e constestualmente difendere i valori di riferimento della nostra cultura tra cui il parcheggio in doppia fila, la passiata alla marina e il consumo smodato di calia, simenza, sbizzero e sassaemayoness – dovrebbe essere allestita ogni giovedì al quarto piano di Palazzo Vermexio.  Plauso di Oltre: “sì alla politica dei Tableau vivant”. PD diviso.

Scatoloni

Grazie a tutti per la pazienza, l’attesa è finita, il “Nanno” c’è. Nei prossimi giorni la casa editrice spedirà le copie a chi ha acquistato in preordine, provvederà a rifornire le librerie e ad organizzare qualche presentazione.

Intanto però, la notizia dell’uscita del “Nanno” si è già sparsa negli ambienti che contano e Il Sole 24 Ore, per non sapere né leggere né scrivere, ha retrocesso  arbitrariamente Siracusa di altre due posizioni nella classifica della qualità ella vita…

Rimpasti

Rimpasto in Giunta, i tentennamenti di Lealtà e Condivisione spianano la strada a nuovi scenari politici. Sempre più rumors darebbero per certo l’ingresso in Giunta di Savvuccio detto “Manulonca” in quota Posteggiatori Abusivi Riuniti e di Cammelo detto “Facci i ciramira” molto vicino ai Pescatori di Frodo per Siracusa nel Mondo. A loro andrebbero le rubriche viabilità, bilancio, personale e polizia municipale. Smentite le voci di un accordo con Ortigia Sangue Blu che rimane molto critica nei confronti dell’operato del Sindaco, si aprirebbe invece la strada per l’ingresso di Concettina Ignoffo Sparatore. La Ignoffo Sparatore, manager e consulente d’impresa, ha costruito la sua fortuna fornendo il know how per l’allestimento dei banchetti in mezzo alla strada per i boat tour e le visite alle grotte marine, a lei le deleghe al commercio e alle attività produttive. Critiche da parte di Assopanini e Confcavallo che speravano di fare valere il loro peso politico e che invece rimarrebbero a mani vuote. Interlocuzioni anche con MDP (Macchina – Dio – Patria) che è pronta a subentrare con un suo esponente di spicco nel caso uno tra Savvuccio Mannulonca e Cammelo Facci i Ciramira venisse arrestato in flagranza di reato.

Emergenza Sicurezza

Ancora senza soluzione l’annosa questione delle basole semoventi di Corso Umberto: è emergenza sicurezza. Nella giornata di ieri, due basole a volto coperto hanno rapinato una gelateria della zona, impossessandosi dell’incasso e dileguandosi tra la folla dopo aver minacciato il proprietario con una scacciacani.

Bello Bisness

– Se…

– Ehm… Pronto, buongiorno parlo con l’agenzia immobiliare xxx?

– Se…

– Chiamavo per l’appartamento in via yyy.

– Se…

– Ehm, vuole il codice?

– No…

– Mi da qualche informazione sull’immobile?

– È na casa di palazzo nobiliare… l’hanno rifatta quacche 6 o 7 o 12 anni fa, ristrutturata, c’è a cucina, u bagno, due stanze e un salotto… no, fosse due salotti, non mi sto ricoddando. No palazzo comunque ci su tutti bienbi e l’antrone è sempre pulito a tipo cinque stelle…. bello bisness…

– Guardi io sto cercando un appartamento con due bagni, pensa che se ne possa ricavare un altro?

– Tutte cose si pono fare.

– È possibile vederla?

– Cetto, quando?

– Direi sabato…

– No, meglio di no…

– Allora venerdì, peró entro le 9:30 perchè poi abbiamo impegni improrogabili.

– No no, io non ho  manco le chiavi, devo chiamare na signora ca fa i pulizie, prima di menzoiuorno è impossibile.

– Allora per forza sabato…

– No, sabato no! Ouh, virissi ca iu travagghiu tutta a simana…

– La capisco, anche io, per questo sabato mi sembra la soluzione ideale.

– No no, a quale…

– Va bene, allora niente, che le devo dire.

– Cioè? Non la vuole viriri chiù?

– Ma se non mi trova una soluzione…

– Ah! Io devo trovare una soluzione?

– E che la devo trovare io? Le ho dato delle opzioni ma…

– Ma lei si voli accattari a casa!

– E lei la dovrebbe voler vendere!

– Ma che c’entra…

– Ma come che c’entra? Comunque guardi, l’idea di essere affiancato in una compravendita di un immobile da uno come lei e di doverle riconoscere pure una percentuale mi induce a rinunciare del tutto anche se fosse l’ultima casa sul mercato.

– Bravo, rinuncia, rinuncia… a prossima vota non telefonare che m’ha fatto peddiri un sacco i tempu.

– Le posso assicurare che non ci sarà nessuna prossima volta.

– Io travagghiu tutta a simana!!!

– Buon per lei.