Ride pene chi ride uttimo – il glossario dei commenti social alla manifestazione “no green pass”

– Mpare per me ti o fare il vaccino o pure non ti o fatto il vacino ok però se mi levi il lavoro che non o no mancazzo

– Tutti unti ce la faremo

– U vuliti naperitivo no frattempo ca siti doc u a sparare minchiate?

– Dite anghe chi paga 3 miliardi di eura per mantenere gli Stranieri che Drachi e La morgese mandano a prentere alle coste del Africane ????

– Se gli avrebbero fatto l’autopsia a stura sarebbero tutti vivi

– Siamo i meglio di tutti Siracusa resiste no vaccino e divano vogliamo i soldi del debbito di cittadinanza

– E io avvisi a pacare i tassi per fammi i vaccino? non pacherò mai!

– Ride pene chi ride uttimo

– Non e vaccino ma siero di grafite e satana

– A stessa fudda dovreste protestare contro stu bastaddo di sindaco

– Minchia ce ne fosse uno con la mascherina, disgraziati

– Noi siamo contro la liberta è protestiamo per la liberta. LIBERTA LIBERTA 

– Se mi ata a fari u farmaco sperimentale mi ata a pacare belli soldi bastardi

– Vorrei dire a chi fa commenti stupiti che questi persone sono eroi che lottano per noi e i male

– Me mugghirei si a fatto a cortisona e si a sentito subito meglio sa fatto sula a casa senza dutturi infimmeri e mbrugghiuni

– Ma itavinni a cugghiri crastuna scavazzatiiiiii

– Prima eramo provincia babbo ora no forza no gren pass no vaccino libertà per i nostro comodi

– Ou ma che fine ha fatto quello che voleva legalizzare la ganja

– Signora se fa a salumeria parrassi i mutadella e provoletta, pi fauri 

– Trachi faffanculo

– Avete tutta la mia ragione

– Andate a vaccinare in fece di fare guera inutilmente

– Io non lo so se sono vaccinato non mi metto a scassare la minchia a chi lo sa e la benzina a 1e 80 e le sigarette u gas a spazzatura ma chi cazzo le paga ahahaha

Correnti

Il fiume di acqua che scendeva da via Vittorio Veneto era così rigoglioso che ieri, mentre concitatamente cercavo di recuperare la spesa e correre verso casa, dal sacchetto biodegradabile già preventivamente spunnato, mi è caduto il salmone di Lidl ed è stato portato via dalla corrente, giù, giù, verso il carcere borbonico e poi, chissà dove…

Attese

È entrato mentre aspettavo che mi consegnassero le pizze d’asporto che avevo ordinato, era vestito con un improbabile blazer due taglie più stretto, gilet, cappotto di cammello e cravatta regimental, si è seduto nel primo tavolo libero senza chiedere niente a nessuno, ha mollato il cappotto a sua moglie, “appizza stu cosu”, le ha detto senza nemmeno guardarla negli occhi, poi ha chiamato un cameriere con un “ouh” e ha detto: “mpare, ma puttari na birra media mentre stai aspittamu e me soggeri?”.