Senza ghiaccio

– Du uri i ritaddu, u sapeva. A camurria ri fari sti scali è chista. A priva vota ca pessi a coincitenza all’aeropotto a Gemmania, m’assittai o bar e nun ci stava capennu nenti. Vireva a chisti ca si calaunu sti gran panini ca canni e si viveunu sti gran bicchieruni i birra. O cammareri ci fici signu e ci rissi: u paninu come a chiddu ma puttare. Ouh, com’è ca mi puttaru na speci i ‘nsalata unni c’era u mais, a carota, un pummaroru lariu, a lattuca e na cosa ca pareva fummaggiu. Ma calai sana sana e u sapiti chi era? Era n’pezz i burro. Dicalafici. Vi rentete conto? Mancu na proteina. Comunque a cosa meglio è u mangiari mediterraneo. U coppo ra pasta, va! Ma non è usanza so. I teteschi manciunu male.

– Certo, la dieta mediterranea è notoriamente la più sana e bilanciata. Comunque non si preoccupi, il comandate ha appena fatto l’annuncio che abbiamo recuperato in volo e che atterreremo solamente con un’ora di ritardo. Per cui può stare tranquillo. Anche lei riuscirà a prendere la sua coincidenza.

– Ouh, grazie. Ma allora quannu atterramu?

– Alle 20:45, tra 40 minuti.

– Avemu u tempo preciso preciso pi fàrini ‘n Campari gin.

– Purtroppo su questo volo non servono alcolici… Ah, ma se lo fa lei!

– Shhh, nu nni facemu sgamare… eh eh eh.

– Ma il ghiaccio ce l’ha?

– No. Senza ghiacciu.