Buon Natale da palazzo Vermexio

Come da tradizione, l’ultima seduta dell’anno del Consiglio Comunale è destinata allo scambio dei doni tra Giunta e consiglieri. Nonostante un anno di accuse, urla e di titoloni sui giornali, al cospetto del Santo Natale gli animi si distendono e si mettono di lato differenze politiche e polemiche. Anche quest’anno parteciperà la Consulta Femminile che al termine della seduta sarà nuovamente riposta nella teca accanto alla Carrozza del Senato. Ma vediamo quali sono i regali più in voga del momento tra i nostri amministratori.

Al primo posto il pratico forziere per gettoni di presenza. Disponibile nelle versioni da 400, 800 e 1200 sedute, il forziere è deducibile dalle tasse e può essere interrato per più di 30 anni in caso di emergenze o di inviati dell’Arena di Giletti. Vanno molto forte anche i calcinacci del ponte dei Calafatari, ormai considerati dai collezionisti alla stregua dei frammenti del Muro di Berlino. In calo dizionari della lingua italiana e pallottolieri per i calcoli più complicati, soppiantati da tablet e smartphone che presentano però alcune difficoltà d’interazione. Per questo motivo il modello più ambito è il Neanderthal 6.0, un touchscren da 12 pollici con solo due tasti: uno Acc e uno Spent.

Hanno fatto un figurone i consiglieri Rabbito, Malignaggi e Lo Curzio che hanno omaggiato tutti con un volume rilegato in pelle, contenente i loro discorsi tradotti in italiano. In appendice una lista dettagliatissima di tutti i passaggi, di gruppo consiliare in gruppo consiliare, degli ultimi mesi.

Molto apprezzato anche il pensiero dall’Assessore ScorpoAssessore Scorpo, che dovendo lasciare a breve il suo incarico in Giunta per tornare nel cast di Inside Out, ha donato gadget del film e biglietti gratis. Il Consigliere Antonio Bonafede detto Tony detto Sergio ha realizzato una cartolina natalizia che lo raffigura uno e trino. Pappalardo, capogruppo PD, ha avuto un pensiero di riguardo per le donne in Consiglio, regalando loro un buono per un taglio e una piega dal suo parrucchiere personale provocando il tentato suicidio della Catera e della Garozzo.

L’assessore Coppa ha voluto strafare ed ha regalato un autocompattatore Igm con il logo Siracusadamare che sarà usato a giorni alterni dai consiglieri Moscuzza e Rodante; otto loculi cimiteriali che sono stati messi in palio tra i consiglieri; cinque dipendenti lottizzati del Comune rimasti fuori dall’ultimo aggiornamento della pianta organica che sono andati a Di Lorenzo.

Sorbello Principe di CasadorIl grande oppositore Sorbello, in segno di distensione, ha omaggiato il Sindaco della sua alta uniforme da Principe di Casador ricevendo in cambio una delle tre Cinquecento brandizzate Cafeo.

L’Assessore Alfredo Foti, in segno di buon auspicio per i lavori del viadotto di Targia, ha consegnato personalmente a tutti gli intervenuti, bretelle e giarrettiere con il claim Yes We Targia.

Alla Princiotta invece è andato l’indispensabile kit del magistrato inquirente e giudicante. Il kit contiene lente d’ingrandimento, cappello scozzese, toga, martelletto, pipa, cartella di cuoio, guanti di lattice, occhiale bifocale e una pergamena di laurea in giurisprudenza dell’università Kore di Enna.

L’assessore Grasso, nell’occhio del ciclone per i semafori intelligenti, per farsi perdonare ha fornito una App che permette di interagire direttamente con i suddetti semafori e regolare il traffico a proprio piacimento. La App non funziona con i modelli Neanderthal 6.0.

Il Consigliere Castagnino come ogni anno è andato sul classico, optando per una cornice d’argento che esalta un olio su tela raffigurante una scena del Giudizio Universale di Michelangelo, con Dio proteso a sfiorare con un dito la mano di  Vinciullo. L’Assessore alla cultura Italia ha optato per gli atti del convegno “Fare Sintesi” pubblicati con il titolo di “Rebuilding the Future – a certain remains of accountability for a new economic strategy of tourism in the land of Aretusa between the seaside and the anscient ruins before the birth of the film commission”, un tomo di 800 pagine zeppo di termini in inglese che nessuno ha mai capito. Il libro è stato particolarmente apprezzato dal Consigliere Firenze che lo ha subito utilizzato come zeppa sotto il suo traballante banco del Vermexio.

Finite le feste si tornerà a lavoro. Il prossimo Consiglio è convocato per il 18 gennaio con all’ordine del giorno: ferie pasquali; varie ed eventuali.

Pubblicato su “L’Isola dei Cani” del 23 dicembre 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...