L’Ansia della Settimana 21 novembre 2015

Il meglio del peggio della settimana

Deontologia

La difesa di Belpietro, secondo cui il significato del titolo di Libero “Bastardi Islamici” era in realtà quello di “figli illegittimi dell’islam buono” ha convinto i lettori abituali e persino me, superando per onestà intellettuale l’altro postulato e cavallo di battaglia del quotidiano conservatore: “Ruby Rubacuori = nipote di Mubarak”…

Guerre di Religione

images-6Dopo la richiesta di un crocifisso nell’Aula consiliare, il consigliere Sorbello rilancia e propone un Presepe vivente!!! La rappresentazione sacra – che nasce nel tentativo di difendere i valori di riferimento della nostra storia tra cui il parcheggio in doppia fila, la passiata alla marina e il consumo smodato di calia e simenza – sarà allestita ogni giovedì a Palazzo Vermexio. Già iniziati i casting per individuare i protagonisti. Secca presa di posizione della Film Commission: a Malignaggi, Rabbito e Lo Curzio il ruolo dei Re Magi o salta tutto. Il vicepresidente Impallomeni nei panni di Giuseppe. Riserbo sugli altri personaggi e la prevendita fa numeri record. Sold out le prime date!!! La recita sarà finanziata con i fondi della tassa di soggiorno e garantirà doppio gettone di presenza.

Anniversari

manifestanti - ponte calafatariSiracusa come Berlino!!! Si celebra il primo anniversario della caduta del ponte dei Calafatari!!! Cerimonia solenne a Palazzo Vermexio. Un plotone scelto di Consiglieri Comunali sparerà tre raffiche di gettoni di presenza in aria. Per l’occasione è prevista la presenza di Capi di Stato esteri, dei rappresentanti della “Confcavallo”, dei “Posteggiatori abusivi riuniti” e dei consoli firmatari della “Grande Intesa”!!!

Rimpasti

Topo settimane interminappili ti confronti e tafole rotonte e topo aver recepito i foleri ti Roma e tei liter reccionali, ho finalmente teciso le teleche tella mia nuova ciunta. Uomini e tonne ti specchiata moralità che porteranno avanti l’ampizioso procramma ti coverno a cui i cittatini hanno tato fitucia. La Ciunta in sintesi:

Mariella Loppello – Vicepresitente, Assessore per le attività protuttive

Antonello Cracolici   Assessore per l’acricoltura, sviluppo rurale e della pesca metiterranea

Ciovanni Pistorio – Assessore per le infrastrutture e la moppilità

Maurizio Croce – Assessore per il territorio e ampiente

Cleo Li Calzi – Assessore per il turismo, spot e spettacolo

Paldo Quicciardi – Assessore per la salute

Cianluca Miccichè – Assessore per la famiglia, politiche sociali e lavoro

Alessandro Paccei – Assessore per l’economia

Callo Vermiglio  – Assessore per i peni culturali e l’identità siciliana

Fania Contraffatto – Assessore per l’enercia e i servizi di pupplica utilità

Pruno Marziano – Assessore per l’istruzione e la formazione professionale

Copia incolla e vivi sereno

ATTENZIONE A TUTTI …. Non è un nuovo tipo di hacker su FB . Quello che scrivi è veramente sgrammaticato e pieno di errori. E’ davvero brutto, sembra che parta dal tuo profilo ed è proprio così. Tu non rileggi, ma i tuoi amici sì. Il risultato è che si può essere tacciati per ignoranti e cancellati dai vostri amici. Voglio ribadire che le consecutio creative, i congiuntivi della mutua, i verbi mai coniati, i miliardi di puntini di sospensione e gli emoticon a muzzo, provengono esclusivamente dai vostri profili e sono frutto di una società che ha fallito. Vivi su Facebook spari sentenze e hai una soluzione per tutto ma poi credi alle peggio cazzate!!! 
Copiate questo stato e permettete che i vostri amici ne vengano a conoscenza.
 Si prega di condividere!!! NON COPIATE E INCOLLATE sulla vostra bacheca, spesso non ne siete capaci e rischierete di pregiudicare il funzionamento di questa catena…

Bestiario siracusano sulla strage di Parigi

  1. Arabo e non arabbo
  2. Hanno ammazzato e non anno ammazatto
  3. Isis e non Isef
  4. Non ci sono prove che il commando sia sbarcato ad Augusta
  5. Definire un altro dio coglione non è sintomo di civiltà superiore
  6. Non è stato ancora provato che gli assassini abbiano ucciso per rubare posti di lavoro
  7. Essendo mussulmani, la scomunica del Papa non serve a molto
  8. La Francia è un paese più laico del nostro. Si esclude il movente del presepe nelle scuole
  9. images-4Il corano come la bibbia è solo un libro. C’è tutto e il contrario di tutto
  10. Kebab e jihad non sono sinonimi
  11. La Fallaci non ha mai predetto attacchi al Bataclan né allo Stade de France
  12. Scacciare i ragazzi che chiedono l’elemosina ai semafori non eviterà in futuro attacchi all’Italia
  13. Affondare barconi non rientra nella definizione di Missione Umanitaria
  14. La Bibbia non l’ha scritta Gesù
  15. Inneggiare ad un nuovo Vietnam potrebbe farvi scambiare per terroristi e non per semplici ignoranti
  16. Kamikaze e non Camicaz
  17. Non è provato che i venditori ambulanti al Tempio d’Apollo commercino in cinture esplosive
  18. Il santuario della Madonnina per il momento è al sicuro inutile millantare fantomatici dispacci di servizi segreti letti su internet
  19. Non trovo il nesso, ma in ogni caso è “Che Guevara” e non “C’è Guevara”
  20. Il Bar del monumento ai caduti non era tra gli obbiettivi dei terroristi
  21. Marce della pace o ronde contro extracomunitari non sono esattamente la stessa cosa
  22. Il pocket money non garantisce l’acquisto di armi da fuoco
  23. Inviare un commando francese a fare una strage in un teatro di Istanbul difficilmente riceverà l’ok dall’Onu
  24. Santa Lucia non è garanzia di protezione
  25. Con tutta probabilità i tipi sospetti al Viadotto di Targia non fanno parte ci cellule terroristiche islamiche ma di qualche commissione consiliare.

Sempre puntuali i siracusani intervengono nel grande dibattito globale portandosi dietro una visione medievale della civiltà. Tralasciando le prese di posizione e le convinzioni che nulla hanno da invidiare a quelle dei peggiori fanatici islamici, la fotografia che viene fuori è quella di un innato bisogno di giustizia sommaria che lascia strascichi di a senza h, consecutio casuali come una lunga serie di emoticon e fervore interventista duro e puro. Del resto, anche per condannare uno schifoso massacro come quello di ieri, per indignarsi, per piangere, qualche libro va letto. La trasmissione tv dei pacchi, a volte, non basta…