Il nodo Reimann

Insediata la commissione di vigilanza Christiane Reimann per verificare il rispetto delle volontà testamentarie della nobildonna danese. Sconcerto all’apertura della busta! Nessun cenno alla fruizione della villa, ma terribili diktat per la città:

– Granita di mandorla: obbligo di sostituzione brioche con aringa affumicata;

– Consiglio Comunale: Presidenza affidata di diritto al Principe consorte Henrik di Danimarca;

– Abbattimento santuario Madonna delle lacrime e costruzione di gigantesco tempio a forma di otre di birra dedicato al dio Odino;

– Divieto di utilizzo di bicicletta a pedalata assistita;

– Inda: stop alle tragedie classiche e sostituzione con rappresentazioni in lingua, delle fiabe di Hans Christian Andersen;

– Sostituzione della regata storica dei quartieri con naumachia vichinga.

 

 

I Progetti Pitacorici per programmi elettorali molto scarsi – N. 2 – Resort Isola dei Cani

I Progetti Pitacorici più credibili ma meno cantierabili dedicati ai candidati senza uno straccio di idea!

Resort dell’Isola dei Cani

Sii il primo a mettere d’accordo palazzinari e ambientalisti: sfrutta le congiunture favorevoli e punta sulla disperazione dei disoccupati e sulle sensibilità effimere dei figli di papà. Il Resort isola dei Cani è l’esclusivissimo progetto ben visto anche da Padre Lo Bello e Peppe Patti. Il Resort dell’Isola dei Cani è ad impatto zero perché prevede la costruzione, con materiale di risulta e cemento depotenziato, di un miserrimo gazebo approntato alla meno peggio con fogliame e scampoli di tela per ripararsi dal sole. In dotazione per gli ospiti: una confezione di acqua pozzillo da 6, un brick scaduto di latte di mandorla e una manciata di patelle. Il Resort Isola dei Cani è l’ideale per un turismo 3.0, punta a nuove fette di mercato, decongestionerà il traffico e garantirà il brivido di vivere un’esperienza da naufrago a due bracciate da Ortigia.