Colompe

È schitta?

Cosa?

Sa colompa ca puttasti… 

No, chista è attiggianale… fracoline di bosco e tutta ca pistacchia i supra.

Ma una nommale non c’è?

Fosse quella di Rosinella?

No, chissa è al cioccolatto

E chiffà, nunn’è bona?

Nzu. A mia mi piace nommale, mantorlata.

Un Eroe

L’eroe di questo Natale disadorno, l’unico che potrà risolleverà l’inevitabile l’atmosfera dismessa creata dal numero esiguo di parenti intervenuti stabilito per decreto, un Natale con le porzioni ridotte e il menù alternativo senza frittelle di baccalà (Biii, tutto quel traffico per friggere solo per quattro persone), senza il tavolo dei picciriddi che si tirano pezzi di torrone e di giggiulena, senza il vociare ininterrotto delle cognate sparrittere che finiranno a litigare su chi deve fare la cucina (e che c’entra scusa, a casa di mia madre la faccio io, da vostra madre la fate voi!). Un Natale senza gli improbabili abiti gessati del genero che si finge imprenditore e veste come Al Capone, senza i fiumi di minchiate, sempre le stesse, raccontate senza freni da maschi di famiglia in costante competizione tra di loro, l’eroe di questo Natale, dicevo, sarà colui che in attesa della mezzanotte, malgrado l’abbiocco dei più anziani e l’insofferenza dei più giovani, acquisterà otto cartelle della tombola anziché le sue solite due, aspetterà la chiamata del primo giannetto e finalmente griderà un liberatorio: “AMBO” e tutti, come per magia, cominceranno a ridere.

Top 5 topics Pasquetta 2018

  1. Quando la comitiva con la salsiccia con il finocchietto incontra la comitiva con il pollo panato, la comitiva con il pollo panato inizia a scroccare: mi fai assaggiare un pizzuddo di sasizza? 
  2. La tensione che sale quando in una stessa scampagnata ci sono due esperti di barbecue.
  3. Accattammu 50 kg di canne, a’nsalata, pomitori, i patati no funnu e poi 10 hamburger d’emergenza… non si sa mai.
  4. Quando u zio Cammelo, 67 anni, 124 kg, baby pensionato inps, si suse dalla sdraio per giocare a pallavolo, riceve in bagher, triangola e conclude l’azione con una schiacciata formidabile.
  5. Stai scuppiannu, motto sugnu… nu mi fati viriri manciari pi na simana ah! Aspetta, nun a luvari sa colompa ca ora pottuno u cafè…