Sorprese

Alla fine il kit pitacorico contenente sbizzero, ogghiurepipi, caponata d’amare e sassaemayoness l’ho ricevuto io. Un regalo per la nascita di Bruna da parte di due lettori. A farlo, un ispettore della polizia municipale e la sua compagna che con ironia e intelligenza hanno allietato la giornata con un pensiero inaspettato. Grazie davvero. Che dire, questa città ed i suoi cittadini, a volte, riescono ad essere davvero sorprendenti!  

Capodanno Sospensiva

È il Capodanno proposto da Avanti Insieme, una festa talmente inclusiva che sono stati invitati pure Pippo Sorbello, Pippo Lo Curzio, Pippo Zappulla, Daria Bignardi e Turi Raiti. La musica, il cibo raffinato, gli intellettuali smart faranno da cornice ad una serata unica nel suo genere. Un robusto cordone di sicurezza formato da quattro Vigili Urbani che non sono riusciti a mettersi in malattia proteggerà gli ospiti saranno che saranno intrattenuti da una video istallazione delle 635mila cerimonie di inaugurazione, consegna onorificenze e svelamento di targhe. Allo scoccare della mezzanotte, un lungo serpentone di auto in seconda e terza fila su corso Umberto, piazza Pancali, corso Matteotti e piazza Archimede darà avvio ad una sinfonia di clacson e ad una tempesta di luci abbaglianti. Dulcis in fundo, un trenino di biciclette colorato e festante guiderà gli intervenuti fino alla Pista Ciclabile dove, con cerimonia solenne, verrà posta la prima pietra del Mausoleo per la venerazione di Francesco Italia. Il monumento esporrà cimeli e memorabilia del primo cittadino: la prima bici con le rotelle; un paio mocassini dismessi; una abat jour D&G, il progetto del nuovo ospedale a forma di Erre Moscia e un biglietto di aucuroni degli ex consiglieri comunali Malignaggi e Rabbito.

vibrant new years banner with fireworks and cheering crowd

Capodanno resa dei conti

Non più piazza Duomo ma l’anfiteatro Romano farà da cornice alla proposta di veglione di Progetto Siracusa. Una grande serata danzante e antichi giochi gladiatorii saranno il clou della serata. Allietati dalle selezioni musicali di Dj Contumacia e Dj Recidivo, tutti i partecipanti riceveranno all’ingresso una scheda prestampata a risposta chiusa, lì, nel segreto dell’urna, potranno scegliere se volere alla guida di palazzo Vermexio il candidato Reale o, in alternativa, mettere al bando Italia e la sua Giunta. Nell’arena approntata per i combattimenti e sulla quale spicca l’enorme scritta a led “Ave Ezechia, morituri te salutant.”, a fare da mattatore sarà l’ex deputato Vinciullo che introdurrà uno ad uno i presidenti di seggio delle elezioni amministrative del 2018, gli scrutatori ed alcuni rappresentanti di lista che dovranno confrontarsi a mani nude e combattere all’ultimo sangue contro belve feroci, canazzi di mannera e malacarni di Bosco Minniti!

Una fassa intecente – il glossario dei commenti sul ricorso al TAR e sospensiva CGA

– Ma cu paia tuttu stu buddello i citatini del popolo?

– E solo una fassa intecente

– Un altra volta scheta ballerina affrontatevi siete vergogna dei siracsan

– Ano detto che il voto sa rifare tuto no sulu chiddi d’ospidale

– Che tristre treatrino

– Cu vinci vinci ammia ma ponu sucari

– Sindaco ma manco ti affronti finì a tagghiatina di faccia ora ti scoppiano i gomme ra bicicletta

– Reale zillusissimo levicci mano e vatinni a fare l’allenatore dell’inter ahahaha

– U vuliti u voto accattatimi a televisione

– Il paese dei palocchi

– Vi hano a dare 30 euro o misi questo valete bastardi

– Chi su beddi Italia e Reale i ricossi sapete dove avete a metterli

– A polizza oi carrabbinieri ti deve arrestare perche ai messo la tassa ai poveri morti che poi se non è rimasto nessuna della famiglia che paga la tassa allora che fine faranno i poveri morti.. Buffone

– Carozzo difente italia e binciullo a reale pari pari sempra sgherzo

– Minchia si fici sentire macari a prestisciacomo u manicu i scupa

– Ti ai fatto solo i cazi tuoi

– Reale e accussì scasso ca piddissi macari ca Russoniello

– Ittativi ra sibbia bastaddi

– Qua c’è lo zambino di amaro e calafiore

– Mi raccomanto ai siracusani a prossima volta votate pene 

Rivoluzione Vermexio, si insedia il Commissario

Vermexio, si insedia il Commissario che sostituisce sindaco, giunta e consiglio comunale. Il funzionario regionale si è dimostrato subito disponibile ad accogliere istanze e suggestioni da parte della cittadinanza e sul suo tavolo sono arrivate le prime sollecitazioni trasformate nottetempo in provvedimenti urgenti.

– Santa Lucia, un simulacro argenteo raffigurante Vinciullo nell’atto di firmare una interrogazione parlamentare sfilerà dietro a quello della santa patrona accompagnato da un gruppo di devoti che cadenzeranno uno straziante “deputato regionale jera”;

– Stop al nuovo Ospedale, sì al maxi progetto affidato al consorzio “Speculo” per la costruzione del terzo ponte che colleghi Ortigia all’Isola dei Cani;

– Comparti produttivi, parte la sperimentazione  con la formula della rotazione triennale: i siti industriali si sposteranno in campagna, serre e colture al Tempio d’Apollo, Fontane Bianche e Fanusa rase al suolo e lasciate a maggese;

– Protezione Civile e diramazione allerte meteo affidate al Sig. Zummo, pensionato, presidente, tesoriere e probiviro del club amatoriale “Giove pluvio”;

– Arte e Cultura, tutto pronto per l’installazione “Grande Muraglia”: una lingua di tavolini e sedie di plastica spaiata che si snoderà attraverso Ortigia e la zona umbertina come un gigantesco domino; 

– Sostituzione dell’aquilotto all’interno del gonfalone ufficiale del Comune con panino cavallo, sbizzero, funchetti, ogghiu re pipi e sassaemayoness, avvolto nella stagnola.

Dicalafici

Fiera Del Sud: non si ferma l’offensiva. Dopo la richiesta di 27 milioni di euro scaturita da una sentenza farlocca, aumentano le richieste del gruppo imprenditoriale che non vuole sentire ragioni è ha presentato una lista per ottenere:

– Simulacro argenteo di Santa Lucia;

– Usufrutto per 2 anni dell’ex Senatore Lo Curzio da sfoggiare in caso di processioni private;

– 2 pass Ztl Ortigia;

– La bici a pedalata assistita di Francesco Italia;

– Una scultura di Giacometti anche falsa;

– Fornitura decennale di zuccaro e biscotti totò.