5000

Grazie. Il fatto che 5000 persone seguano questa pagina è la dimostrazione di come l’umanità sia ormai sull’orlo del baratro. La cosa però, lo ammetto, mi riempie il cuore di gioia, per cui, per sdebitarmi e ringraziarvi del vostro affetto e della vostra perseveranza, invierò a ciascuno di voi il Kit Pitacorico contenente:

– Vasetto caponata d’amare;

– Kit falsificazione pass Ztl Ortigia;

– Olio su Tela “Giudizio Universale” con Dio proteso a sfiorare con un dito la mano di Vinciullo;

– Mappa catastale fasulla terreno nuovo ospedale;

– Audiolibro “Sindaco Italia legge nuovo bando rifiuti”;

– Foto di gruppo con Meetup 5 Stelle da inserire in curriculum;

– Spilla Alberto da Giussano che trangugia panino Maremonti;

– Magnete frigo Parcheggio Talete;

– Dispenser griffato per Sassaemayones;

– Funchetto porta fortuna.

Vergognomi assai ma necessito soldi droga.

Villette

– Ma unni siti pi ferracosto?

– MInchia! Mancano 15 giorni… ma non è un po’ prematuro?

– Nuauttri iemu ni me cugnatu na villetta a Fanusa.

– Scampagnata?

– Accattammu a sasizza a Buscemi, pasta o funnu, u muluni, a totta gelato… I soliti cosi. Manciamu e ni cuccamu docu. Vi arricampate?

– Ma nom lo so… L’idea del traffico infernale, del caldo appiccicoso…

– Viri ca ni me cugnatu a Fanusa, a sira c’è friscu e dormiamo co linzolo…

Le Tragedie Pitacoriche – Agamennule

Agamennule, 407 a.C.

Agamennule, sovrano di Cugni, è alla guida di una carovana che trasporta mandorle, olive e carrube alla Fiera del Sud, il più grande mercato dell’antichità sorto all’ombra delle maestose mura dionigiane di Siracusa. Accampatosi per la notte nel parcheggio della Frateria, viene sorpreso da un gruppo di malintenzionati guidati da Oreste – il re del Villaggio Miano – che fa razzia dei prodotti, buca le gomme della lapa di Agamennule e la vilipende con scritte offensive e graffiti a forma di crigno. Al risveglio Agamennule è incredulo. Eppure gli dei avevano predetto per lui fortuna e commercio propizio. Cos’era accaduto? Li aveva forse oltraggiati senza rendersene conto?

La disperazione lo assale fino a quando Zezetta, la sua figlia primogenita, vinta dal rimorso, gli confesserà che Salvuccio, nipote prediletto ed erede al trono di Cugni, ha tramato contro di lui organizzando l’agguato e confidando ad Oreste la posizione dell’accampamento.

Funestato dall’ira e dal nibbuso più totale, Agamennule prepara la sua terribile vendetta. Dapprima, imprigionando il nipote Salvuccio e costringendolo in esilio forzato in un campo di lavoro alla Fanusa, poi, sgheggiando la macchina di Oreste ed infine, con Zeus, Eolo e Poseidone dalla sua parte, scaglierà la sua maledizione sul Villaggio Miano, che da quel giorno in poi si allagherà alla minima pioggia.

Decoro Urbano

Telecamere, fototrappole, selfie mossi, tagliole e multe salatissime. La nuova ordinanza rifiuti e decoro urbano messa in campo dal Vermexio punta a colpire i siracusani che abbandonano i rifiuti e fare cassa multando quei cittadini che in estate vanno in giro con i pantaloni pinocchietto, la canotta con il claim glitter e il borsello. Non contemplati dall’ordinanza, restano fuori i chioschi ambulanti e i dehor diroccati e realizzati con materiale di risulta che entrano di diritto nella lista delle eccellenze siracusane.