T’ammazzo!

– “Prego” – disse porgendo al cassiere del bar una banconota da venti euro ed uno scontrino su cui erano segnati due caffè.

– “E che ci devo fare io con questi?” – replicò dopo una breve pausa il cassiere stizzito.

– “Mi dispiace ma non ho spicci”.

– “Ma come glieli cambio io questi?”.

– “Guardi, non saprei. Trovi un modo”.

– “Ma almeno mi dica se vuole due da dieci, quattro da cinque, se vuole moneta”.

– “No guardi, non ci siamo capiti, io devo pagare due caffè. Questo è lo scontrino che mi avete fatto voi!”.

– “Ah!!!, mi scusi ma non l’avevo visto!!! Siccome non ne facciamo mai…”

– “Certo, capisco. E che vuole fare? Lo storniamo? Non vorrei averla messa in difficoltà”.

– “No, ormai l’abbiamo fatto, pazienza…”

– “Mi scusi ancora per il disguido, se avessi saputo…”

– “Non si preoccupi, ogni tanto qualche scontrino lo dobbiamo fare. Ecco il suo resto”.

– “Grazie mille e arrivederci”.

– “CAMMELOOO” – urlando rivolto al ragazzo del bar – “a prossima vota ca fai nu scontrino pi du cafè t’ammazzo!”.

Il Pobblema è che si nascontono

Egregio ristoratore,

ho trovato commovente il tuo tentativo di giustificare il giovane pappapane deceduto tra la rucola della pizza “Crutaiola” che abbiamo avuto l’ardire di ordinare. Sarebbe bastato un sincero: “scusate, la cambiamo subito”, invece, quando te lo abbiamo fatto notare, prima hai negato ogni responsabilità, giurando che da te, queste cose, non succedono mai; poi hai quasi insinuato che forse, il pappapane ce l’eravamo portati da casa noi, come un piano ordito ai tuoi danni, nel subdolo tentativo di non pagarti una pizza; infine, messo alle strette, ha chiosato spavaldo ma distensivo: “Eh, ma quelli si nascontono prima e poi accupano… puttroppo è il pobblema della rucoletta nella busta, ve ne faccio preparare un’attra?”.

” No guardi, se il problema è la rucoletta nella busta, a questo punto, preferiamo una focaccia semplice con un po’ di origano”.

“Ma semplice appoi non vi sa di niente! Ci faccio mettere un po’ di pomitoro cunzato speciale, ok?”.

 

Congresso Cgil

Siracusa, al via la fase congressuale della Cgil. L’ordine del giorno:

  • Chiusura sede provinciale e trasferimento segreteria e uffici presso bar Leonardi
  • Coffee Break
  • Relazione: L’impatto dell’anacardo indiano sul mercato della calia e della simenza. Preoccupazione o sfida del futuro?
  • Lunch
  • Vertenza vs Crodino SPA. Le richieste: cassa integrazione in deroga, prezzo calmierato analcolico biondo e inserimento Paniere Istat
  • Saluti finali
  • Aperitivo

Scirocco

Photoshoppo a prezzi modici immagini cruscotto auto, aumentando temperature termometro a dismisura. Vuoi sbalordire amici e conoscenti? Vuoi incrementare il numero dei like? Questo è il servizio che fa per te.

Con il pacchetto Copy+ avrai in aggiunta frasi ad effetto tipo “Stai murennu“, “Fuso sono“, “Abbampai“, “Minchia!!!” o ironiche: “Mi scuddai a feppa a casa” e “Stuta s’aria condizionata“.

Non perdere l’occasione!!! Sconto 20% per i possessori di tessera Siracusadamare.

Vergognosi assai ma necessito soldi droga!

Il rapporto Sbizzer

Il rapporto Svimez‬ parla di un + 0,2% di PIL nel Sud Italia e di fuga preoccupante di giovani verso l’estero, ma non tiene in considerazione la crescita esponenziale del Gratta e Vinci quale indice economico del Meridione. Restiamo in attesa del più meticoloso e condivisibile rapporto Sbizzer: che analizza la curva di crescita della carne di cavallo e garantisce una lettura più dettagliata della situazione economica. Per alcuni analisti, il dato della carne di cavallo, incrociato con il consumo dei condimenti – in particolare ogghiurepipi, funchetti e sassaemayoness – smentirebbe Svimez evidenziando una situazione tutt’altro che disastrosa e una crescita percentuale esponenziale del CIN (Cavallo interno lordo).

Benvenuta Sinistra Italiana

Da un’idea di Stefano Fassina, presentata anche in città Sinistra Italiana, il nuovo movimento/partito che mira ad un dirompente 2,4%.

In esclusiva per Archimete Pitacorico il manifesto programmatico:

12699301_10207484326320638_984786164_oTarapia tapioco. Prematura la riforma costituzionale o scherziamo! No, mi permetta. No, io; eh scusi noi siamo politica attiva. Come se fosse antani anche per il PD soltanto in due, oppure in quattro anche fare sintesi e visione progettuale con cofandina; come Italicum, per esempio.

No, aspetti, mi porga il dibattito politico, ecco lo alzi così… guardi, guardi, guardi; lo vede il dibattito? Lo vede che stuzzica, che prematura anche. Ma allora io le potrei dire anche per il rispetto per l’autorità che anche soltanto le due cose come vicesindaco e sindaco inadeguati.

Sull’Inda per esempio, attenzione! No, attenzione, antani secondo l’articolo 18 dello statuto dei lavoratori, abbia pazienza, sennò, posterdati, per consigliere delegato, anche un pochino Lanza Tomasi in procura…

Senza contare che la supercazzola prematurata, ha perso i contatti col terapia tapioca in funzione di salvaguardia ambientale. Sbiliguda o no,  sviluppo e lavoro al centro dello scappellamento a sinistra.

 

Photo: Siracusa-online.it

Mobilità sostenibile: al via il carpooling per i dipendenti comunali

– Ha sintutu sta cosa ro carpuling?

– Ma chi è st’autra minchiata?

logo_carpooling_new3

– A nenti, sana misu na testa ca pì venire a travagghiari nama mettere r’accoddu e ama a veniri cu na machina sula! 

– Ma come ama a fari? io sugnu a Pizzuta tu o Tunisi!

– Dici ca ni dividuno pi quatteri… tipo, tu putissiti iri ca signora Patanè e co geometra Sicuso; io m’avissi a caricare a Iaia e u raggiuneri Micalizzi.

– A signura Patanè? Sa sciarrina??? Ma proprio! Mancu motta a fazzu acchianari na machina mia…

– Raggiuni hai, ricci ca sa vo piglia l’assessore ca machina so… cose ti pazzi!

– Ma i picciriddi a scola cu ci potta? 

– Fosse a liggi rici ca sana mettere r’accoddu macari mariti e mugghieri!!! Chi sacciu nun ci stai capennu niente.

– E pi ghiri o a fare a spisa? Iu accatttu sulu ni Gemar, tu ti fissasti cu stu Decò!

– E facemo a turno. Scinnennu, mi fermo iu o Decò e acchinannu tu o Gemar

– Chi cammurria però, ma picchì ni vonu levare macari a machina… allora facissero n’autobussi pi tutti.

– Dice che la città ha pariri sempre chiù smatt e puntare sulla grin mobiliti.

– Ancora cu stu smatti??? Dicalafici…

Ansia della Settimana 13 febbraio

Pubblici fannulloni

8254_1954717078087718_4129956057213091833_nSulla vergognosa vicenda degli impiegati assenteisti del Comune di Pachino c’è poco da aggiungere. Tutti, a cominciare dai capi ufficio, sono al corrente di questo genere di andazzo… Stupirsi lascia il tempo che trova. Un grande elogio e un plauso della comunità tutta dovrebbe però andare allo schiffariato catturato dalle immagini della Gdf. Il sommo impiegato fa segnare un record mondiale! È così certo della sua performance che entra, timbra ed esce dall’ufficio in un baleno. Non deve neanche parcheggiare, lascia l’auto lì, in mezzo alla strada, tanto un attimo ci vuole…

Balla L’Inda

Francesco Renga in città! Per molti sarebbe la figura ideale per ricoprire il ruolo di Commissario straordinario dell’Inda. La scelta sarebbe avvenuto dopo il sondaggio commissionato dagli ispettori ministeriali… Interrogati in merito, 3 siracusani su 5 hanno risposto: ma cu è sta Linda?

Parcheggio Smart

Sosta a pagamento, da luglio possibile con bancomat e carte di credito. Finalmente anche i parcheggiatori abusivi saranno dotati di pratico POS wireless… Siracusa smart city.

Port Authority

La dura nota del Presitente: Il tecreto sui potti è tutto ta rifare. Il Coverno nazionale ha cenerato troppa crocetta_assurdoR439_thumb400x275confusione recanto incenti tanni a Catania e Messina, tue florite realtà penalizzate prutalmente ta scelte poco contifisibili. La covernans della Pot Autoriti antreppe rimessa in tiscussione. Aucusta sarà pure un potto core e futuro ab siciliano per ippetrolio, ma traspotto turistico e commecciale tevono orpitare su Catania.

Ancora Fannulloni

Norme anti fannulloni, il decreto entrerà in vigore anche in Sicilia. Panico tra i sindacalisti!

1915465_1962780703948022_1841531013976569692_nLotte Intestine

“O mi dai la tessera PD o ti do fuoco”: arrestato per stalking un ex esponente Pdl…

Scandali su scandali

Clamoroso!!! Nel corso dell’ispezione di alcuni tecnici nei locali del Comando della Polizia Municipale – oltre ad infiltrazioni, animali morti, e locali fatiscenti – sono state rinvenute due sale zeppe di personale imboscato!!! Di molti si sconosceva persino l’esistenza.  Portati fuori, alcuni agenti imboscati sono stati ricoverati per shock da esposizione alla luce solare!!! L’eclatante scoperta innalza il numero degli effettivi in servizio al Comando di via Molo a 36mila unita!!!

Non c’è vincolo che tenga

Simbolo-del-Movimento-5-Stelle-Bagheria-300x300One & Only saluta e se ne va. No al resort di Ognina, la multinazionale punta su Bagheria!!!
l’Ad: Intanto costruiamo… poi chiederemo sanatoria. 
Plauso della Giunta 5 Stelle: vincoli di inedificabilità terribili privilegi della casta!

“A fatto bene labusivo seno dategli un lavoro”

Nella mia città, che un tempo è stata straordinaria culla di cultura, succede che alcuni vigili urbani vengono brutalmente aggrediti da un manipolo di venditori abusivi. La colpa? Quella di avere l’ordine di sgomberare dalle piazzole di un grande mercato rionale i commercianti abusivi, permettendo a c4fa2087-fc91-449c-9f23-ca6d809be594_1200x499_0.5x0.5_1_cropquelli autorizzati di svolgere il proprio lavoro. La notizia fa il giro del web e la stragrande maggioranza dei commenti è dalla parte degli abusivi. In un crescendo di errori e orrori ortografici, insulti razziali immotivati, anatemi contro l’amministrazione e capacità espressiva ridotta ai minimi termini, si condanna l’intervento dei vigili e si giustifica la reazione degli abusivi. Questi, vengono considerati poveri padri di famiglia nonostante, fuori da ogni regola, vendano a basso costo alla faccia di altri padri di famiglia che con le autorizzazioni in regola e il registratore di cassa, non possono permettersi di fare quei prezzi. Il lavoro è sì un diritto, ma deve sottostare a regole uguali per tutti, altrimenti chi non le rispetta finisce col prevaricare gli altri. L’aspetto peggiore di questa triste vicenda però non è la generalizzata difesa di un comportamento illecito. Questa è solo una conseguenza, l’aspetto più preoccupante è quello relativo all’ignoranza di ritorno, alla mancanza di scolarizzazione che in questa città sta raggiungendo nuovamente i numeri del dopoguerra. I dati di Siracusa sono terribili e parlano di una società con alti livelli di analfabetismo e sempre più bassi livelli di scolarizzazione. I commenti su Facebook sono lì a ricordarcelo ogni giorno, fotografando l’allarmante marginalizzazione di una fascia sempre maggiore di popolazione che finisce nel terribile circolo vizioso che a bassa scolarizzazione associa uno scarso profilo occupazionale. Le conseguenze e i costi sociali di questo sistema sono nefaste e ricadono su tutti. Sembra scontato dire che l’istruzione è alla base della ricchezza di una società ma non se ne può fare a meno anzi, bisognerebbe affrettarsi a rafforzarla questa base perché l’emergenza culturale che stiamo vivendo non è meno drammatica di quella economica.